no-cover

Bryan Adams, “Bare Bones”

Like
371
0
Tuesday, 09 November 2010
Recensioni

Bryan Adams torna con un nuovo imperdibile album “Bare Bones”.

Il Rock di Bryan Adams torna in formato solo – acustico per regalare all’ascoltatore atmosfere intime, avvolgenti e calde.

Chitarra e pianoforte fanno da cornice alla voce roca e unica di Bryan Adams.

L’idea per il Bare Bones è nata da un’intuizione sorta a ridosso dell’apparizione a un MTV Unplugged, in cui aveva proposto canzoni rielaborate in formato acustico e che hanno catturato l’entusiasmo del pubblico.
Quindi, durante il Bare Bones Tour, sono state registrate le tracks proposte nell’omonimo CD.

Tracklist

01. You’ve Been A Friend To Me

02. Here I Am

03. I’m Ready

04. Night To Remember

05. It Ain’t A Party (If You Can’t Come ‘Round)

06. (Everything I Do) I Do It For You

07. Cuts Like A Knife

08. Please Forgive Me

09. Summer Of ’69

10. Walk On By

11. Cloud Number 9

12. It’s Only Love

13. Heaven

14. Right Place

15. The Way You Make Me

16. The Only Thing That Looks Good On Me Is You

17. You’re Still Beautiful To Me

18. Straight From The Heart

19. I Still Miss You…A Little Bit

20. All For Love

La vera innovazione che ha portato Bryan Adams nello scenario musicale è il suo rendere il suo album social. Infatti si è fatto aiutare nell’ardua scelta delle tracce dal popolo di Twitter, attraverso sondaggi musicali ed ascolti di demo proposte alle orecchie pazienti dei twitters. Sarà un fan segreto dei nostri TwitMix Theme? 😀

Il cantante canadese, che il 5 novembre ha compiuto 51 anni, propone un viaggio Live attrerso i suoi hit – singles che hanno fatto per anni il viaggio del mondo.

In Bare Bones, le canzoni già ben conosciute, acquistano una nuova magica dimensione, vi si apprezza il contatto del rapporto diretto che unisce l’artista al suo pubblico, alla sua reazione.

Canzoni tipicamente Rock come You’ve been a friend to me, Summer of ’69, diventano più pacate ma non perdono la loro originaria grinta.

Non mancano delle sorprese nell’album, viene ricordato Ray Charles in The Right Place.

Un album davvero strepitoso che non aspetta altro che essere ascoltato.

STAY TWEETTUNED

© 2010, Antonella Corsetti. All rights reserved.

Leave a Reply

Your email address will not be published.


Menu Title