no-cover

Australia

Like
475
3
Monday, 20 December 2010
Cinema

Australia, il capolavoro di Baz Luhrmann

Amici, siamo onorati di aprire la nuovissima rubrica del TwitMix Project: TwitMix Movie, tutta dedicata al mondo del cinema, con un film romantico ed avvincente: Australia

E’ stato definito il nuovo Via col vento. Un Colossal che si è fatto attendere per due anni e che, quando è arrivato, ha fatto il “botto”.
Cos’è Australia?
Una storia d’amore, ma non solo. Una storia di cultura, di sentimenti, di guerra.

Venite a scoprire il film…

TwitMix non è qui per rivelarvi i dettagli del film ma per far focalizzare la vostra attenzione sulla sua musica.

La musica in Australia ricopre un posto fondamentale, ce lo racconta Nullah, il bambino meticcio a cui Baz Luhrmann affida il ruolo di narratore (caratteristica sempre presente nei suoi film).

Ambientato nell’Australia settentrionale, alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale, il film racconta le vicende di un’aristocratica (Nicole Kidman), che eredita un ranch. Quando i magnati del bestiame inglesi tentano di impadronirsi della sua terra, unisce le sue forze a quelle di un rude mandriano (Hugh Jackman), per condurre 2000 capi di bestiame attraverso centinaia di chilometri di terra desolata.
Attraverso questo viaggio nell’Outback Lady Sarah Ashley diventa una guida per il piccolo Nullah, il quale vede in lei il “Serpente Arcobaleno”, che ha la capacità di guarire la sua terra.

E’ molto frequente in Australia la metafora del “Serpente Arcobaleno”, visto dagli occhi sinceri di un aborigeno come una sorta di divinità. Per raccontarcela a fondo Baz Luhrmann ha scelto Somewhere over the Rainbow come presenza costante nel film: è, infatti, Lady Sarah a cantare la canzone a Nullah in un momento di sconforto ed è la stessa che li terrà uniti per tutta la durata del film.

Nullah spiega a Lady Sarah che il suo popolo canta le persone, le cose, gli animali, come una sorta di telepatia.
Gli aborigeni, infatti, hanno dei canti per ogni azione delle loro giornate: pesca, caccia etc. Cantano per ringraziare e omaggiare la loro terra, cantano per ricordare i morti e accompagnarli nel loro viaggio ultraterreno.
Cantano per comunicare tra loro, tra le loro menti, tra i loro cuori.

E’ proprio su questo concetto che è stata scritta By the Boab Tree di Angela Little (Ophelia of the Spirits). Una canzone che racchiude tutto lo spirito del film.

Sing and I will hear you
No matter where you are
A song to light the darkest night
And guide me from afar
And I will never be alone
Now I know you’re somewhere
You’re everywhere to me
You’re the colour in the sky
A reason to believe
And when the rain falls down
You tell a story
And I will hear you
Always near you
By the boab tree

Lay your arms around me
Like the falling rain
Let the feeling drown me
And life begins again
And I will never be afraid
Now I know you’re somewhere
You’re everywhere to me
The warming of the sun upon
The earth beneath my feet
And when the rain falls down
You tell a story
And I will hear you
Always near you
By the boab tree
Oh you are somewhere
You’re everywhere to me
You’re the colour in the sky
And you’re the earth beneath my feet
And when the rain falls down
You tell a story
And I will hear you
Always near you
By the boab tree

Qual è il messaggio della canzone? Per due persone che si amano non è importante essere vicini fisicamente, perché il canto arriverà fino al cuore di chi lo ascolta, direttamente dal cuore di chi canta, creando un indissolubile legame di anime.

Altro pilastro della colonna sonora di Australia è The Drover’s Ballad di Elton John, una canzone dai toni country, che racconta la storia di Drover, il mandriano.

Basta ascoltarla ad occhi chiusi per vedere un cavallo correre in una nuvola di polvere rossa, come rossa è la terra dell’Outback. Il ritmo scandito dalle percussioni dà l’idea del galoppo ed infonde quella libertà che il mandriano ha: senza padroni, senza casa, senza cose materiali. Una vita passata, la sua, a cavallo, a spostare mandrie.
Il resto della soundtrack spazia da canzoni dal ritmo incalzante a momenti ricchi di sonorità piene di brio (classica scelta che si ritrova anche negli altri film di Luhrmann), a canzoni eteree, che accompagnano le riprese dei paesaggi sconfinati australiani.

Il film arriva, con la sua straordinaria colonna sonora, al cuore degli spettatori perché è come guardare il mondo attraverso gli occhi di un bambino aborigeno.

Assolutamente da guardare e consigliatissimo come regalo per i vostri regali natalizi!

Non perdete l’appuntamento di domani col TwitMix perché potrete conoscere da vicino l’anima del film Australia

STAY TWEETTUNED

© 2010, PieceOfStar24. All rights reserved.

Leave a Reply

Your email address will not be published.


Menu Title