no-cover

L.V.Beethoven: Concerto per Pianoforte e Orchestra n.5 “Imperatore”

Like
480
0
Friday, 06 January 2012
classica

L.V.Beethoven: Concerto per Pianoforte e Orchestra n.5 “Imperatore”

Oggi il TwitMix Project presenta il genio di Beethoven che ha composto il Concerto per Pianoforte e Orchestra n.5 “Imperatore”.

Un concerto singolare tutto da ascoltare…

Venite a conoscerlo…

Cenni Storici sull’autore:

Beethoven nacque a Bonn nel 1770 da un umile famiglia con tradizioni musicali,il nonno era organista.
La sua infanzia risultò molto difficile in quanto suo padre, a causa di problemi economici , finì alcolizzato, mentre sua madre morì quando lui era ancora giovane.
Si mantiene agli studi musicali suonando come organista presso l’arcivescovo di Bonn.
Nel 1792,spinto da amici e mecenati, si trasferisce a Vienna dove si sta affermando una classe di agiati borghesi,interessati a promuovere le attività musicali e lì comincia a scrivere le sue opere.
Con il tempo, però, si manifesta in lui un brutto male “la perdita dell’udito”.
Ciò lo porta ad isolarsi completamente dal resto del mondo e si tuffa nella composizione guidata dal suo “orecchio interiore“.

Proprio in questo periodo nascono le opere principali tra cui ricordiamo: Sinfonina n°5, n°6 ,n°9,la Messa Solenne, le ultime sonate e gli ultimi quartetti.

Nel 1827, colpito da polmonite, la sua salute precipita: dopo alcuni interventi chirurgici muore a Vienna.

Breve spiegazione del Concerto per Pianoforte e Orchestra n.5 “Imperatore”:

Il concerto “L’imperatore” fu scritto da Ludwig Van Beethoven tra il 1809 e il 1810.
L’appellativo “Imperatore” non fa riferimento a Napoleone Bonaparte, bensì all’arciduca Rodolfo D’Asburgo-Lorena.

Tra il 1803 e il 1804 l’arciduca Rodolfo D’Asburgo iniziò a prendere lezioni di composizione e pianoforte da Beethoven.I due divennero molto amici e i loro incontri continuarono fino al 1824.

Beethoven gli dedicò 14 composizioni tra cui il Concerto “Imperatore e, a sua volta, Rodolfo D’Asburgo gli dedicò una delle sue composizioni.

La corrispondenza avvenuta tra i due è oggi conservata presso la Società degli Amici della Musica  di Vienna.
La prima esecuzione assoluta del Concerto “Imperatore” fu eseguita a Lipsia il 28 Novembre 1811.
La tonalità di questo concerto è in Mi bemolle ed è suddiviso in 3 movimenti:

– Allegro
– Adagio poco mosso
– Rondò-Allegro

Brevi note sui singoli movimenti:

I° movimento: Allegro

Il pianoforte alterna fraseggi di alto lirismo a momenti drammatici in contrapposizione con l’orchestra.

II° Movimento: Adagio poco mosso

Il pianoforte, esposto il tema, si unisce all’Orchestra.
Gli accordi ascendenti del finale annunciano l’Allegro dell’ultimo movimento.

III° Movimento: Rondò-Allegro

Tema elastico e gioioso in cui il solista è chiamato a dare prova di grande virtuosismo.

E adesso passiamo all’ascolto del Concerto  eseguito dai Wiener Philarmoniker sotto la direzione del M° Leonard Bernstein e al pianoforte il M° Krystian Zimerman.


Buon Ascolto

#STAYTWEETTUNED

© 2012, Gerardo Fiorletta. All rights reserved.

Leave a Reply

Your email address will not be published.


Menu Title