no-cover

Samuel Barber e l’Adagio. Il musicista preferito da David Lynch e da Oliver Stone.

Like
391
0
Friday, 31 August 2012
classica

Il TwitMix Project ritorna dopo la parentesi estiva con un compositore eccezionale che ha fatto innamorare il Novecento: Samuel Barber.

Vieni a conoscere questo meraviglioso autore.

Cenni storici su Samuel Barber


Samuel Barber
nacque in West Chester il 9 marzo del 1910.
Iniziò a comporre all’età di sette anni.
Studiò al Curtis Institute of Music in Filadelfia prima di diventare un borsista dell’Accademia Americana in Roma nel 1935. Negli anni seguenti scrisse il suo Quartetto per archi in Si minore, il cui secondo movimento fu arrangiato seguendo il consiglio di Arturo Toscanini, per orchestra d’archi come Adagio per archi, e in seguito per coro misto come Agnus Dei. L’Adagio per archi è stato reso celebre dai film The Elephant Man di David Lynch e Platoon di Oliver Stone.

Tra le sue composizioni più importanti ricordiamo La Sonata per pianoforte op. 26 commissionatagli da Richard Rodgers e Irving Berlin, venne eseguita per la prima volta da Vladimir Horowitz; fu la prima composizione americana per pianoforte ad essere eseguita in prima assoluta da un pianista di fama internazionale, diverse opere tra cui ricordiamo Vanessa, tre concerti per strumento solista, uno per violino, uno per violoncello e uno per pianoforte.

Il concerto per pianoforte lo scrisse per il pianista John Browning, che lo eseguì in prima assoluta il 24 Settembre del 1962 con Erich Leinsdorf e la Boston Symphony Orchestra al Lincoln Center di New York.

Tra i suoi lavori esclusivamente per orchestra vanno ricordate due sinfonie scritte nel 1936 e nel 1944, l’Overture The school for scandal, tre saggi per Orchestra.
Sebbene non sia mai stato un compositore prolifico, scrisse ancora meno dopo il fallimento della sua opera Anthony and Cleopatra.
Composta su un libretto di Franco Zeffirelli, questa opera era stata commissionata per l’apertura del nuovo Metropolitan Opera House al Lincoln Center per le arti performative nel 1966.
L’opera venne invece accolta più favorevolmente nel 1975.
Samuel Barber morì nel 1981.

Qualche notizia in più sull’Adagio per archi

Il pezzo, nella sua versione trascritta per orchestra, fu eseguito per la prima volta da Arturo Toscanini con l’orchestra sinfonica della NBC il 5 Novembre 1938 a New York .

Nel 1968 Barber trascrisse il brano per coro ad otto voci abbinandogli il testo dell’Agnus Dei.

L’Adagio per archi di Barber è divenuto uno dei suoi brani più famosi, eseguito nei concerti ed usato per alcuni film

E adesso passiamo all’ascolto dell’Adagio di Barber eseguito dall’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretta da Samuel Wong.

Samuel Barber – Adagio

#STAYTWEETTUNED

© 2012, Gerardo Fiorletta. All rights reserved.

Leave a Reply

Your email address will not be published.


Menu Title