no-cover

Quarta Blind Audition, le squadre sono al completo

Like
392
4
Friday, 29 March 2013
In Evidenza

image

Le Blind Audition sono terminate, le squadre sono al completo, i cantanti sistemati al loro posto.
Il prossimo appuntamento con The Voice Of Italy sarà l’inizio della Battle: le squadre si scontreranno a suon di musica.

Diamo un’occhiata ai team che si sono formati in queste fantastiche quattro puntate di Audizioni al buio:

Team Carrà: Chiara Luppi, Vito Ardito, Veronica De Simone, Manuel Foresta, Stefania Tasca, Daniele Vit, Michelle Perera, Denise Faro, Emanuele Lucas, Chiara Papalia, Noemi Smorra, Daphne Nisi, Matteo Lotti, Paola Licata, Pamela Lacerenza, Marianna Barracane.

Team Cocciante: Jessica Morlacchi, Samuele Spallita, Mattia Lever, Giulia Saguatti, Lisa Manara, Francesco Monti, Lorenzo Campani, Rosalia Davì, Federica Celio, Pasquale e Michele Tibello, Elhaida Dani, Gabriella Iandolo, Alessio Ranno, Francesca Bellenis, Donato Perrone, Maria Teresa Amato.

Team Noemi: Antonia Laganà, Chiara Furfari, Giuseppe Scianna, Marsela Cibukai, Flavio Capasso, Paola Gruppuso, Martina Lo Visco, Silvia Capasso, Giuliana Danzé, Diana Winter, Jacopo Sanna, Francesca Monte, Silvia Caracristi, Teresa Capuano, Nausicaa Magarini, Gabriella Martinelli.

Team Pelù: Timothy Cavicchini, Paola Criscione, Yasmin Kalach, Cristina Balestriere, Marco Cantagalli, Roberta Orrù, Savio Vurchio, Francesco Guasti, Fabio Zampolli, Alessandra Parisi, Ilaria Deangelis, Giulia Penza, Marica Lermani, Valentina Tramacere, Tommaso Gavazzi, Danny Losito.

Squadre davvero strepitose, eclettiche ed internazionali.
Anche questa sera sono salite sul palco di The Voice due artiste straniere: l’una albanese, l’altra di origini italiane che abita negli USA.

Le Blind Audition sono piaciute molto. L’unica pecca è la mancanza della diretta.

Cosa dovranno cambiare gli autori della prossima edizione delle Blind Audition?

Non è piaciuta la presenza alle audizioni di artisti, che in qualche modo si erano fatti conoscere in passato, in TV (anche estere, che hanno ospitato The Voice) e/o che hanno avuto rapporti diretti con almeno uno dei coach. Questa è stata percepita come una scorrettezza ai danni delle “matricole”, che, davvero, lottano per la sopravvivenza.
Torbida, pertanto, risulta la presenza di quanti figurano negli attuali team e che hanno lavorato in passato “casualmente” in stretto contatto coi coach.

Sono state notate innumerevoli contraddizioni nei coach, nel momento della spiegazione della mancata scelta del concorrente, ma quella che più ha fatto scalpore è la seguente:-Non ti abbiamo scelto, perché non sei originale, sei troppo simile all’artista, che ha lanciato la canzone che hai cantato!- Affermazione fin troppo precisa ma che va a cozzare con altre motivazioni date dai vari coach anche nel corso di questa ultima Audition: una situazione analoga è venuta a crearsi quando il bravissimo Alessio Ranno ha cantato Cambiare, performance perfetta, se non fosse stato che l’artista ha imitato benissimo Alex Baroni. Riccardo Cocciante, che lo ha scelto, si è contraddetto: abbracciandolo, mentre gli porgeva i suoi complimenti, gli ha detto:- Lavoreremo per far uscire la tua personalità!-
Tanti artisti, parimenti bravi, sono, però, stati mandati a casa, ce ne sono stati anche altri che hanno presentato ai coach una cover complessa e spiccatamente diversa dall’originale, che si sono visti presentare ugualmente il due di picche.
Dubbio amletico!
Regina della serata è stata la talentuosa artista albanese Elhaida Dani. Una vocalità davvero senza precedenti e una grinta dirompente!
È nata sui social network una polemica: molti si chiedono se sia giusto permettere a stranieri di presentarsi a una trasmissione, che, fin dal titolo, si propone l’obiettivo di individuare la voce italiana di nuova generazione.
Bisognerebbe a questo punto chiarire quali sono i parametri utilizzati nella scelta dei cantanti oppure spiegare che l’aggiunta di “Of Italy” al titolo ufficiale The Voice si riferisce soltanto all’edizione italiana del programma internazionale.

Siete pronti per le battaglie? Saranno sensazionali!

Grande delusione nell’affermazione di Pelù dopo che Raffaella Carrà ha dato coraggio a Paola Licata, proveniente da un paesino della Sicilia. È vero, la ragazza era timida e poco padrona del palco, ma la Carrà nazionale ha individuato del talento nascosto e poco sviluppato nella ragazza, il pirata, da parte sua, ha messo in evidenza la mancata esperienza live sul palco.

D’altra parte è La Voce Nuova che deve emergere, e chissà se non sarà proprio la giovane e timida Paola a vendicare tanti giovani talenti italiani, nascosti in paesini mal collegati coi grandi centri, ai quali è tolta quella possibilità di inseguire un sogno?

Al TwitMix Project piace sognare!

Ora andiamo a ripercorrere tutte le tappe musicali della quarta ed ultima Blind Audition grazie a questa compilation Spotify: