no-cover

Eurovision 2014: vince per l’Austria Conchita Wurst

Like
273
0
Sunday, 11 May 2014
In Evidenza

20140511-102055.jpg

È Conchita Wurst ad aggiudicarsi l’Eurovision 2014. Tripudio di luci e di suoni ieri sera a Copenaghen: uno spettacolo affascinante della musica europea. L’Europa, ieri, è stata unita dalla musica. Regina della serata è stata l’acclamata drag queen barbuta, che si è aggiudicata la 59/a edizione della competizione canora europea. Conchita, 25 anni, all’anagrafe Tom Neuwirth, ha dominato, secondo pronostico, la finale a 26, dopo aver monopolizzato l’attenzione per la sua eccentricità oltre che per il talento vocale. Seconda in classifica l’Olanda, rappresentata da The Common Linnets, e terza Sanna Nielsen, per la Svezia. Niente da fare per Emma, né per l’ucraina Mariya Yaremtchouk.
Il messaggio è stato chiaro: la musica italiana, così com’è oggi, non ha speranze al di là delle Alpi. La nostra rappresentante agli Eurovision è stata apprezzata soprattutto dal pubblico albanese, ma è stata ignorata dai più.
Il messaggio che diffondono all’estero le case discografiche italiane è che la musica italiana sta conoscendo una crisi e una situazione di stallo. Non è assolutamente vero: l’Italia è piena di fermenti musicali, di artisti, definiti comunemente “emergenti”, che fanno difficoltà ad ottenere la giusta visibilità perché produttori, discografici, radio, TV, gestori di locali non vogliono “rischiare”. In radio, in TV sempre le solite voci, nei locali le tribute band. Dov’è finito l’orgoglio italiano?
È arrivato il momento di svegliarsi ed aprire le orecchie: ascoltiamo il nuovo sound che freme intorno a noi!

#STAYTWEETTUNED

© 2014, Antonella Corsetti. All rights reserved.

Leave a Reply

Your email address will not be published.


Menu Title