Ravello Festival: dal 21 giugno magia di musica, danza e parole. Programma e appuntamenti imperdibili

Ravello Festival: dal 21 giugno magia di musica, danza e parole. Programma e appuntamenti imperdibili

Like
150
0
Wednesday, 11 June 2014
Concerti

Il Ravello Festival partirà il 21 giugno 2014 con un omaggio ad Eduardo De Filippo, nel trentennale della sua morte: “AMATI FOGLI SPARSI” (commissionato dalla direzione artistica del Ravello Festival e prodotto da Vesuvioteatro), di e con ISA DANIELI e DANILO REA, due protagonisti assoluti della scena teatrale e musicale italiana, sarà uno spettacolo particolare, una sorta di jam session per pianoforte e voce, in cui la figura del grande attore e autore napoletano viene esplorata in un’ottica anche musicale, da una prospettiva originale che asseconda l’universalità del messaggio eduardiano e la vocazione trasversale del Festival, nonché il tema conduttore di questa edizione 2014, “Sud”.

Il Ravello Festival offrirà anche una serie di grandi mostre di arti visive. Tony Cragg farà di Villa Rufolo e della terrazza Niemeyer un museo a cielo aperto e la sua mostra (a cura di Flavio Arensi) dal 27 giugno al 31 ottobre si preannuncia come uno dei grandi eventi della stagione italiana. Inoltre dal 22 giugno al 31 ottobre il Ravello Festival ospiterà la mostra di Wang Guangyi, illustratore cinese diventato celebre, in tutto il mondo, con il suo ciclo “Great Criticism”, che ha disegnato il poster d’autore del Festival 2014.

Gli oltre cinquanta eventi in cartellone vedranno alternarsi sul Belvedere di Villa Rufolo una fitta schiera di grandi voci italiane e internazionali: il grande ritorno in Italia della regina del fado portoghese Dulce Pontes (il 27 giugno, per l’unica data della stagione in Italia), la magia unplugged del blues made in Napoli di Pino Daniele (il 6 luglio, per la sua prima volta a Ravello), l’unica data estiva in Italia (il 23 luglio) della giovane cantautrice statunitense Chrysta Bell, musa di David Lynch, il fascino esotico della morna , la musica e danza tipica di Capo Verde, reinterpretata della giovane Mayra Andrade (il 29 luglio), il jazz raffinato ed intenso dai sapori mediterranei di Sergio Cammariere (a Ravello in quintetto il 2 agosto, per l’unica data italiana della stagione), la verve di Teresa De Sio che torna a proporre il suo storico repertorio, accompagnata da Stefano Di Battista al sax (il 9 agosto), l’inconfondibile timbro del cantautore israeliano Asaf Avidan (che tornerà a stregare il nostro Paese, il 19 agosto, per l’unica data dell’artista nel Sud Italia). Tra i giovani artisti italiani, invece, spiccano Maria Pia De Vito, il pianista jazz Alberto Pizzo, la pianista Giulia Mazzoni e le cantautrici Ylenia Lucisano e Parisse.

Inoltre ogni fine settimana il Ravello Festival proporrà un appuntamento con un concerto sinfonico di prestigio, confermandosi al primo posto in Italia per la proposta di musica classica, con 10 concerti in 3 mesi di programmazione. Ecco le grandi orchestre, i direttori e i solisti illustri di questa 62 edizione, che si alterneranno sul suggestivo palco del Belvedere di Villa Rufolo e dell’Auditorium Oscar Niemeyer: l’Orchestra Sinfonica di Lucerna (5 luglio – diretta da James Gaffigan e con la violinista Viviane Hagner), l’attesissimo concerto della London Symphony Orchestra (18 luglio – diretta, per l’unica volta in questo 2014, da Daniel Harding), l’Orchestra Giovanile Italiana di Fiesole (1 agosto), la Filarmonica del Teatro Regio di Torino (24 agosto – diretta da Gianandrea Noseda e con la voce di Evelyne Herlitzius), l’Orchestre National de France (6 settembre – diretta da Daniele Gatti), la Neojiba Orchestra (14 settembre – con al proprio fianco la grande Martha Argerich). E poi ancora ad arricchire la già ampia offerta, i concerti dell’Orchestra Filarmonica di Qingdao dalla Cina (25 luglio), l’Orchestra del Teatro “Carlo Felice” di Genova (11 agosto) per l’attesissimo Concerto all’Alba, e l’Orchestra Filarmonica Nazionale Armena (30 agosto).

Gli appuntamenti assolutamente da non perdere:

Il 3 LUGLIO il Belvedere di Villa Rufolo ospiterà la SCUOLA DI BALLO DELL’ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA che, diretta dal coreografo Frédéric Olivieri, presenterà le coreografie di Bournonville, Petit e Balanchine.

Il 10 LUGLIO Chick Corea & Stanley Clarke Duet

Il 16 LUGLIO Burt Bacharach

Il 17 LUGLIO Regina Carter

Il 19 LUGLIO Michel Camilo

Il 20 LUGLIO MICHELE PLACIDO e LUIS BACALOV presenteranno “Con el respiro del Tango”, uno spettacolo che ripercorre attraverso la musica e la voce tutte le sfumature di uno dei balli più passionali di sempre, descritti da famosi poeti argentini.

Il 31 LUGLIO Alexandre Desplat

Il 2 AGOSTO Sergio Cammariere Quintet

L’8 AGOSTO sarà la volta di “The Fool of the Hill: storia minima dell’uomo che uccise i Beatles”, lo spettacolo interpretato da ALESSANDRO HABER, Roberto Molinelli e Giampaolo Bandini accompagnati dall’Orchestra Sinfonica Abruzzese, un recital dalle sfumature noir in cui Alessandro Haber interpreta Mark David Chapman, l’uomo che assassinò John Lennon.

Il 17 AGOSTO Jean Luc Ponty & his band

Il 20 AGOSTO la famosa scuola di ballo statunitense AILEY II, emblema della danza contemporanea, unirà avanguardia e tradizione nelle coreografie di Alvin Ailey, Robert Battle, Amy Hall Garner e Jessica Lang.

IL 21 AGOSTO Kronos Quartet

Il 22 AGOSTO sarà poi la volta de LES BALLETS TROCKADERO DE MONTE CARLO, conosciuti come “Trocks”, la compagnia di danza tutta al maschile che con ironia e irriverenza proporrà la sua parodia en travesti di uno dei più famosi balletti classici, il Lago dei Cigni.

Il 23 AGOSTO Fabrizio Bosso diretto da Peppe Vessicchio

Il 26 AGOSTO lo spettacolo “Oscar e la dama in rosa”, tratto dal libro di Eric-Emmanuel Schmitt e interpretato da AMANDA SANDRELLI sulle musiche di Giacomo Scaramuzza (liberamente tratte da “Lo schiaccianoci” di ?aikovskij), mette in scena la struggente storia di Oscar, un bambino di 10 anni, malato in fase terminale, che scrive ogni giorno una lettera a Dio e immagina come sarebbe stata la sua vita se fosse diventato adulto.

Il 29 AGOSTO sarà la volta di “Memorie di una schiava”, il monologo presentato da PAMELA VILLORESI, accompagnata dalla musica di Baba Sissoko, in cui una voce narrante femminile oppone resistenza a tutte le forme di violenza, ai soprusi che ha da sempre dovuto subire, rappresentando la voce di tutte quelle donne costrette, in modi diversi, a subire violenze.

I biglietti per i singoli eventi del Ravello Festival sono disponibili in prevendita (per info: www.ravellofestival.com – 089 858422).

#STAYTWEETTUNED

© 2014, Antonella Corsetti. All rights reserved.

Leave a Reply

Your email address will not be published.


Menu Title