Intervista a Massimo Bonelli: arriva iCompany, il network innovativo del panorama musicale italiano. Domani grande festa all’Auditorium Parco della Musica di Roma

Intervista a Massimo Bonelli: arriva iCompany, il network innovativo del panorama musicale italiano. Domani grande festa all’Auditorium Parco della Musica di Roma

Like
307
0
Friday, 30 January 2015
Concerti

Sabato 31 gennaio 2015, alle ore 21.00, la Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica di Roma , ospiterà una grande festa, per celebrare con un evento live la nascita di iCompany.
Dalla produzione discografica al management, dalle edizioni musicali alla distribuzione fisica e digitale, dalla promozione stampa a quella sui social network, dal booking all’organizzazione classica, fino alla cura delle esigenze amministrative e legali, iCompany è un’azienda unica nel suo genere ed è in grado di gestire complessivamente tutte le esigenze di un artista.

Per l’occasione abbiamo intervistato Massimo Bonelli, che è il cuore pulsante di questo innovativo progetto.

Ciao Massimo, benvenuto sul TwitMix Project. Complimenti per la grande idea. Come hai deciso di dar vita ad iCompany?

Ciao, piacere mio di essere su TwitMix. Mi girava già da un po’ nella testa questa idea. Io lavoro da anni, ormai, nell’ambito discografico e della produzione di eventi e provo da un po’ frustrazione per la difficoltà incontrata nella comunicazione delle iniziative discogrfiche e dei live. Il meccanismo originario, proprio del mondo discografico, mi stava stretto, ho iniziato a ragionare, per far crescere in modo diverso questo tipo di attività, sfruttando i canali e le modalità nuovi, che la tecnologia, in questi ultimi anni, ci sta offrendo. La crisi del disco sicuramente non ha permesso il rinnovamento all’interno dell’industria musicale, che, a differenza di altri settori del business, non ha saputo rinnovarsi, stando al passo coi tempi; l’unica “novità” introdotta in Italia è rappresentata dai talent show, anche se, spesso, hanno provocato effetti nefasti. Da tale disagio è nata la collaborazione con le mie conoscenze del passato, ho chiamato i miei contatti, abbiamo parlato ed eccoci qui, pronti per questa nuova avventura.

A chi vi rivolgete? Quali sono, secondo te, i punti di forza di iCompany?

iCompany è fondamentalmente una casa discografica, che si rivolge a chi fa buona musica e/o a chi vuole organizzare eventi per dare loro un taglio incisivo. Offriamo un approccio 2.0 con l’artista. Se un artista entra nel network trova gli elementi necessari che non lo costringono a rivolgersi ad altre società, lo curiamo dalla produzione all’organizzazione degli eventi. Stiamo già seguendo alcuni artisti. Partendo dalla mia esperienza personale in campo musicale, sono affascinato dalla worldmusic, dalla musica popolare, che si veste di contaminazione e che diventa portavoce di una territorialità importante. Noi intendiamo esportare attraverso la musica l’italianità, come se si stesse esportando il “cibo”. Per ogni artista svilupperemo una piano ad hoc, perché la qualità è il nostro orientamento.

Quali sono gli artisti ideali, che dovrebbero contattare iCompany?

Non vogliamo cloni, ma vogliamo artisti dotati di una loro identità forte e che abbiano davvero qualcosa da dire, e che sappiano comunicare con originalità il loro messaggio

Domani, 31 gennaio 2015, sarete all’Auditorium Parco della Musica di Roma…

Esattamente, dalle 21.00 ci sarà una festa, organizzata con un animo adolescenziale: noi partiamo a febbraio, ci è sembrato carino organizzare questo evento per festeggiare tutti insieme questo nuovo inizio. Abbiamo scelto sala impegnativa, la Sinopoli, la platea è già esaurita, mancano solo alcuni biglietti in galleria. Speriamo che nelle prossime ore faremo il tutto esaurito proprio per iniziare alla grande!

Chi saranno i protagonisti della serata musicale di domani?

La conduzione dell’evento sarà affidata al noto giornalista e critico musicale Gino Castaldo, mentre il poeta e scrittore Erri De Luca aprirà la serata con un racconto sulla pace e sul Mediterraneo. Interagiranno sul palco, insieme alla Med Free Orkestra, altri ospiti come Eugenio Bennato, uno tra i più importanti interpreti della musica popolare nazionale, il rapper Amir Issaa e Andrea Satta, voce e mente dei Têtes de Bois. Con loro anche un coro di 50 bambini della Scuola Di Donato di Roma, diretto dal Maestro Maurizio Ceccarelli.

Serata che si preannuncia davvero interessante. In bocca al lupo, Massimo, per questo nuovo e grande progetto artistico. Grazie del tempo che ci hai concesso!

E’ stato un piacere e a presto, popolo di TwitMix!

© 2015, Antonella Corsetti. All rights reserved.

Comments are closed.

Menu Title