Andrea Maestrelli, vincitore del Premio Lunezia 2014, porta il suo E’ Arrivato Remo Tour a Roma.

Andrea Maestrelli, vincitore del Premio Lunezia 2014, porta il suo E’ Arrivato Remo Tour a Roma.

Like
362
0
Thursday, 07 May 2015
Interviste

Ciao Andrea, benvenuto a bordo del TwitMix Project, la canzone “Holden” piace tantissimo sia a noi sia agli ascoltatori della nostra TwitMix Radio. Dopo Holden ci presenti Remo, chi è Remo?

Remo è un mio amico, è una persona più grande di me, è musicista, è estremamente importante per me, in quanto mi ha dato l’imprinting, mi ha fatto capire, ascoltando i miei pezzi, quale strada avrei dovuto intraprendere. Registravamo da Maggioni, il mio produttore, Remo ancora non c’era, poi è arrivato lui e lo abbiamo omaggiato per questa sua presenza.

Il 2010 ha segnato l’inizio di un periodo di grandi soddisfazioni per te, da Sanremoweb al Premio Lunezia, dove ti sei aggiudicato il primo posto con la bellissima “Holden” (Rusty Records). Cosa hai provato?

Non ero nell’ottica di riuscire a vincere, Il “Premio Lunezia” mi ha aperto nuovi orizzonti, ho condiviso il palco con artisti importanti. Ho avuto la conferma che il mio lavoro mi piace e che voglio continuare a percorrere questa strada.

Vuoi raccontare ai nostri lettori come è nato il singolo “Holden”, che sta ottenendo tanti consensi?

“Il Giovane Holden” di Salinger è stata la mia ispirazione, in quanto rifletteva il mio stato d’animo di quel periodo, quando avrei voluto andare via e fuggire da tutto, grazie al libro ho avuto il coraggio di rompere con la quotidianità. Da qui ho scritto questo pezzo, che mi ha aiutato a fuggire con la musica e i miei pensieri in luoghi che non avrei mai potuto realmente visitare se non in questo modo!

Cosa ti piace del tuo lavoro?

Mi piace girare, conoscere persone, suonare in locali in tutta Italia. Scrivere è una cosa innata, con tutte le difficoltà che riserva questo mestiere, voglio credere sempre in ciò che faccio.

Cosa ti piace del contatto col pubblico?

Mi piace quando il pubblico riesce ad essere partecipe del live, quando si lascia coinvolgere, è una grandissima emozione vedere come la tua musica riesca ad avere questo potere.

Vuoi raccontare ai nostri lettori quale spirito domina sul tuo album d’esordio “E’ arrivato Remo”?

Nell’album si parla della vita di tutti i giorni, dal lavoro al viaggio ai sentimenti, dal sacro al profano, dall’amicizia alla famiglia fino a raggiungere tematiche più riflessive.

Che tipo di cantautore ti definisci?

Sono un cantautore che cerca di esprimersi con la sua musica. Oggi, a differenza del passato, è estremamente difficile gestire le proprie emozioni. Io me la scrivo e me la canto, è così che cerco di esprimere me stesso.

Domani, venerdì 8 maggio e Sabato 9 maggio sarai a Roma, dopo aver toccato le città di Firenze, Milano, Cava de’ Tirreni, Montelupo Fiorentino, Caorle, porterai “E’ arrivato Remo Tour” nella capitale. Cosa ti aspetti da queste serate romane?

Roma è la città eterna, già venire due giorni a Roma è una cosa bellissima per me, se devo suonarci è ancora più. Farò ascoltare le canzoni dell’album e voglio divertirmi e coinvolgere, coi miei pezzi, tutte le persone, che avranno il piacere di raggiungerci, l’8maggio al Pierrot Le Fou, e il 9 maggio allo Shelter di Roma.

Hai mai pensato di partecipare a un talent show?

Sì. Il talent è oggettivamente una grande opportunità e una grande vetrina, sono, però, personalmente un po’ in difficoltà, sono ancora, evidentemente, un po’ restio, dovrei capire meglio come affrontarlo, lo affronterei per crescere, vivendolo come esperienza personale, ne prenderei sia il bene sia il male.

Quali artisti hai ascoltato per la tua formazione cantautoriale?

Ho ascoltato molto la scuola bolognese di Dalla, De Gregori, Bersani, Carboni, e i Romani Tiromancino, Silvestri ecc.

C’è un artista col quale ti piacerebbe collaborare?

Non l’ho nominato prima, ma lo faccio ora. Vorrei tanto collaborare con Jovanotti, mi piace perché, pur rimanendo con melodie spensierate, Lorenzo riesce però ad essere sempre profondo: si avvicina molto anche a quello che sono io. Mi piacerebbe capire anche come compone. Mi emozionerebbe anche solo poter scambiare due parole con lui.

Grazie, Andrea, per la tua disponibilità, in bocca al lupo per il tuo album e per le serate romane, sono sicura che riuscirai a divertire e a divertirti! Alla prossima intervista!

Andrea Maestrelli_cover disco

© 2015, Antonella Corsetti. All rights reserved.

Comments are closed.

Menu Title