Intervista a Virginia Veronesi: dallo spot di X Factor al primo singolo inedito When I Was You

Intervista a Virginia Veronesi: dallo spot di X Factor al primo singolo inedito When I Was You

Like
411
1
Thursday, 07 May 2015
Interviste

Oggi ho avuto il piacere di intervistare Virginia Veronesi, la giovane promessa di Lodi, che ricorderete come interprete del brano “Try” di P!nk, nello spot di X-Factor 2014.
Una ragazza sensibile, un’artista che sogna silenziosamente col Musical nel cuore, un’interprete che non ha niente da invidiare a Norah Jones e a Taylor Swift.
Nell’intervista ha parlato di sé e del suo primo singolo inedito “When I Was You“, scritto da Gaetano Cappa, col quale è tornata sulla scena musicale.

Buona lettura!

Ciao Virginia, benvenuta a bordo di TwitMix Project. Il grande pubblico ha avuto il piacere di conoscerti grazie allo spot do X-Factor 2014. Come hai vissuto questa esperienza?

E’ stata una grande rivelazione per tutti, ho cantato una cover di P!nk, Try. Mi hanno scelto dopo una attenta selezione, dove cercavano un volto e una voce, che rappresentassero la testimonial di X Factor. Abbiamo lavorato con Gaetano Cappa, primo lavoro molto esposto anche a livello mediatico.

Sei stata bravissima, hai proposto un’interpretazione molto intima, riflessiva di un pezzo difficile di P!nk. Nel video, poi, sei risultata molto naturale e spontanea…

Se si cambia arrangiamento, si cambia mood, ho cantato una versione intimistica in linea con quanto sono io, dal punto di vista caratteriale. E’ stato un bel lavoro di squadra…

Dal 24 aprile è online il video di “When I Was You”, il tuo primo singolo inedito. Un pezzo davvero bello e dallo spessore internazionale…Come è nato?

E’ una canzone nata da un ‘idea di Gaetano Cappa. Avendoci lavorato insieme, mi sono ritrovata nel suo modo di scrivere, nel messaggio del pezzo, nel credere nei propri sogni. Mi è sempre piaciuto interpretare il brano, attraverso gli occhi e la sensibilità di un bambino.

Il video di “When I Was You” è stato girato a Lisbona ed è davvero suggestivo, bella l’atmosfera, bella la luminosità…

Il video è nato seguendo quello che volevamo fosse il messaggio: non perdere mai l’aspetto leggero, infantile, sincero del bambino che noi dovremmo portare sempre avanti. Il messaggio è stato poi tradotto in immagini e ne è nata questa storia molto dolce e sottile. Quando l’ho visto montato è stato molto emozionante. La regia è di Linke, conosciuto anche lui per lo spot di X Factor. Mi sono trovata, fortunatamente, fino ad adesso, sempre a collaborare con persone professionali e cortesi, che hanno la voglia di seguire artisti che intendono imparare e fare esperienza.

“When I Was You” è il lead single di un upcoming album o è ancora presto?

Non sto lavorando ancora a nessun album, mi piace fare un passo alla volta, sicuramente nel prossimo futuro arriverà, voglio fare, però, le cose per bene, senza fretta, col rischio di sbagliare e di inciampare.

Come sogni il tuo album? Italiano o Inglese?

La lingua italiana ci appartiene, però mi rendo conto che la musica internazionale anche fa parte di noi e io canto spessissimo canzoni in lingua inglese. Il singolo “When I Was You” è nato in inglese, abbiamo pensato a una eventuale traduzione in italiano ma poi siamo tornati sui nostri passi.

Il Musical è parte integrate del tuo DNA artistico. Su quali progetti stai lavorando?

Il Musical è stata la mia prima formazione professionale. Dopo le superiori ho deciso di fare l’Accademia di Musical, grazie alla quale ho avuto la possibilità di partecipare a spettacoli e di imparare molto sul campo. Al momento, però, non ho in programma degli spettacoli.

Qualche anno fa hai avuto modo di contribuire alla denuncia della piaga del femminicidio…

Esprimo anche io la mia solidarietà. Ho avuto la possibilità di preparare, nel 2013, uno spettacolo, che trattasse la tematica del femminicidio con letture, musica, danza, ho avuto il supporto anche di una ballerina, mia collega, ho messo su uno spettacolo semplice che aveva, però, un valore importante per me.

Quali artisti hanno contribuito a formarti artisticamente, indicandoti la tua identità timbrica?

Dico sempre che non ho dei modelli, sono sempre stata abituata ad ascoltare la musica a casa: le mie giornate erano sempre accompagnate dall’ascolto degli album e dei vinili di mia mamma. Ho ascoltato sempre generi diversi, parto dalla musica classica, ma poi ho avuto modo di spaziare, cito Sting, Annie Lennox, Gloria Estefan, Norah Jones (una delle primissime in cui mi sono riconosciuta).

Virginia, grazie della disponibilità e buona fortuna per il tuo singolo, che, siamo sicuri, piacerà sia si nostri lettori sia agli ascoltatori della nostra TwitMix Radio. Ti diamo appuntamento alla prossima intervista… magari ci parlerai del tuo album!

Grazie a voi, è stata davvero una piacevole intervista! Alla prossima!

Siete abbastanza curiosi? Volete sognare e tornare, per un attimo bambini? Vi proponiamo la visione del videoclip “When I Was You”

© 2015, Antonella Corsetti. All rights reserved.

Menu Title