Halsey: BADLANDS è lo strabiliante album di debutto!

Halsey: BADLANDS è lo strabiliante album di debutto!

Like
711
0
Monday, 31 August 2015
News

20 anni, capelli da fata turchina, voce accattivante, testi notevoli, musica sperimentale, un album (intitolato BADLANDS) uscito da pochi giorni e balzato in cima alle classifiche europee e americane: questi sono gli ingredienti fondamentali del fenomeno Halsey.

Nata nel New Jersey e cresciuta facendo la pendolare tra New York e la regione natale, si avvicina alla musica fin dall’adolescenza. Impara a suonare viola, violoncello e violino ma è all’età di 14 anni, quando imbraccia per la prima volta una chitarra acustica, che Halsey incomincia a comporre e a dedicarsi a questa nuova grande passione. Si esibisce in numerosi locali della East Coast cambiando spesso nome d’arte fino alla nascita o meglio rinascita di sé stessa, di Halsey.

Lo scorso ottobre la cantante pubblica il primo EP intitolato Room 93, dopo aver firmato un contratto con la casa discografica Astralwerks. Incomincia a farsi notare dal pubblico americano e gira il mondo in tour con i The Kooks e gli Imagine Dragons, ma la vera consacrazione in ambito musicale avviene con il nuovissimo LP BADLANDS, un concept album definito dalla stessa Halsey un “disco ricco di rabbia al femminile”. Il disco è prettamente pop ma è stato definito dalla stessa cantante come un progetto che quasi fatica a chiamare pop per il semplice fatto che molti critici musicali l’hanno sempre identificata come artista alternativa oppure urban. Halsey immagina le “terre maligne” come “una metropoli circondata da terra deserta che costringe le persone a rimanervi intrappolate. Non possono scappare e ciò rappresenta come mi sono sentita in questi ultimi mesi mentre scrivevo l’intero disco, traccia dopo traccia.

Uno dei temi chiave del disco è sicuramente la presenza nella nostra vita delle relazioni umane, questo tema è ricorrente in canzoni come Roman Holiday, Young God, Coming Down e Ghost. Halsey parla anche a nome di una generazione (New Americana), dei suoi demoni interiori (Hold Me Down) e della sensazione di elidersi completamente (I’m a wanderess / I’m a one night stand / Don’t belong to no city / Don’t belong to no man – Hurricane).

L’album di debutto di Halsey, BADLANDS, è disponibile su iTunes, Google Play, Spotify e Amazon a partire dal 28 agosto, l’uscita fisica dell’LP è prevista per Novembre qui in Italia.

 

NOTA BENE: Questa recensione è visibile anche sul mio blog  Lexi’s At The Junction. La recensione completa è pertanto leggibile sul link che rimanda al blog. 

 

 

© 2015, Alessia Bisini. All rights reserved.

Alessia Bisini

Alessia Bisini

127 posts | 0 comments

http://www.twitmix.it

Comments are closed.

Menu Title