Selena Gomez: la recensione di Revival, l’album della rinascita della cantante statunitense!

Selena Gomez: la recensione di Revival, l’album della rinascita della cantante statunitense!

Like
672
0
Tuesday, 13 October 2015
News

A distanza di due anni dalla release di Stars Dance (2013), Selena Gomez torna con il suo tanto attesto quinto album in studio intitolato Revival. Il termine “revival” significa letteralmente rinascita e vuole testimoniare il processo di evoluzione e maturazione dell’attrice e cantante statunitense che, dopo aver sfornato la bellezza di quattro dischi e un Greatest Hits (For You) sotto l’etichetta Hollywood Records, torna con un contratto con la label Interscope Records (parte della Universal Music Group) e un cd sicuramente differente rispetto ai precedenti.

In Kiss & Tell, A Year Without Rain, When The Sun Goes Down e Stars Dance Selena si è lasciata guidare al 100% dalla casa di produzione alla quale era legata legata fin dal 2007, ovvero la Disney. Non c’è motivo di stupirsi quindi se Revival è un album che fin dal primo ascolto riflette una presa di posizione molto solida nei confronti del passato e di tutto ciò che è stato realizzato senza un totale e pieno controllo da parte dell’artista stesso. La prima variante significativa di questo album è rappresentata dalla copertina. La cover del disco di Selena Gomez è stata definita dalla cantante “raw and natural, real and honest”, ovvero “cruda e naturale, reale e onesta” sotto tutti i punti di vista. Selena compare (quasi) completamente nuda, come a voler testimoniare la sua vera e propria rinascita e la sua nuova identità, svelando allo stesso tempo dei lati nascosti si sé al pubblico. Ogni canzone è strettamente autobiografica e attinge ad una una serie di  esperienze personali con le quali Selena ha dovuto confrontarsi nell’arco di questi due anni, tra cui la rottura con l’altra stellina del pop Justin Bieber e la diagnosi del Lupus, malattia autoimmune con cui la giovane performer convive quotidianamente.

Revival rappresenta una breve parabola della vita di Selena Gomez. Si apre con l’omonima Revival e con un brevissimo intro, in cui la cantante recita: “I’ve dived into the future, but I’m blinded by the sun. I’m reborn in every moment, so who knows what I’ll become”; prosegue con una serie di pezzi synth che sarebbero perfetti per essere suonati in una discoteca (Me & The Rhythm, Kill’em With Kindness), una ballad emozionante che non stona mai (Camouflage) all’interno di un progetto discografico, una serie di brani il cui tema centrale è rappresentato dall’amore controverso (Same Old Love, Sober), e canzoni super accattivanti e perfette per essere suonate ad una festa oppure per essere ascoltate ad alto volume nella propria auto (Outta My Hands, Me & My Girls, Hands to Myself, Body Heat). L’album si chiude con quello che a mio avviso è sicuramente uno dei pezzi più belli del disco: Rise. Il pezzo chiude la parabola musicale di Revival precedentemente citata ed è un pezzo pieno di positività e di speranza, parla di ripresa dalla sofferenza e invita a risorgere (da qui il termine “rise”) fisicamente e spiritualmente per poter riprendere il controllo della propria vita.

Dal punto di vista musicale, la maturità di Selena è palese, anche se non vocalmente. Finalmente la cantante ha capito che deve puntare su canzoni che non richiedano uno sforzo eccessivo della propria voce e non si focalizzino necessariamente sulla sua (scarsa) estensione vocale. Selena Gomez è fatta per cantare brani soft, delicati, proprio come lo è il suo tono di base. Good For You infatti è certamente il pezzo più riuscito dell’album, cantato in coppia con il rapper americana A$AP Rocky. Gli arrangiamenti sono ottimi e si sente chiaramente l’influenza dei più grandi hit makers del momento, come il produttore svedese Max Martin, gli storici collaboratori Rock Mafia e Hit Boy. L’intero disco può essere considerato tranquillamente un concept album, nonostante non verta su un tema specifico ma tratti un ampio spettro di tematiche. Finalmente l’amore che aveva caratterizzato le passate produzioni Disney è stato vagamente accantonato e come la stessa Selena ha detto in un’intervista per Billboard Magazine: “Questo è il mio mio momento e lo devo unicamente a me stessa“.

Tracklist:

Revival
Kill’Em With Kindness
Hands To Myself
Same Old Love
Sober
Good for you (feat. A$AP Rocky)
Camouflage
Me & The Rhythm
Survivors
Body Heat
Rise

Bonus Tracks:

Me & My Girls 

Perfect

Outta My Hands (Loco)

Cologne 

© 2015 – 2016, Alessia Bisini. All rights reserved.

Alessia Bisini

Alessia Bisini

127 posts | 0 comments

http://www.twitmix.it

Comments are closed.

Menu Title