Intervista a Monterosso: il BritPop canta italiano. Vieni a scoprire Green Park

Intervista a Monterosso: il BritPop canta italiano. Vieni a scoprire Green Park

Like
755
0
Tuesday, 22 December 2015
Interviste

Ciao benvenuto su TwitMix, di recente sei uscito con un singolo “Green Park”, vuoi raccontare ai nostri lettori l’esperienza che ti ha ispirato questa canzone?
Certamente…”Green Park” nasce 3 anni fa, nel parco omonimo di Londra, ero lì per un viaggio studio. Forse Green Park è il parco più trascurato di Londra, ciò che ha attirato la mia attenzione è il fatto che c’erano persone che prendevano il sole, proprio come avrei fatto io in Sicilia, nella mia terra. Venivo da una settimana travagliata, mi mancava casa, il mio impatto con Londra è stato un po’ brusco, a Green Park mi sono sentito sulle mie spiagge, e Green Park, da quel giorno, è diventato, come mi piace chiamarlo, il mio “mare” di Londra. E’ un pezzo in cui ho inserito nostalgia, speranza e voglia di andare avanti. Il bello del viaggio è anche il ritorno.

Da ciò che racconti la tua esperienza londinese non è iniziata propio bene, cosa non ti è piaciuto, all’impatto con questa città?
Ricordo che nei tre mesi di Londra presi una stanza in una casa, eravamo 16 persone, sembrava il Grande Fratello, le persone che incontravo nella cucina, a colazione, non mi salutavano nemmeno, ciò che mi ha infastidito è l’atteggiamento che ho percepito: essendo una città di persone che vanno e che vengono, le persone hanno sviluppato un “senso di indifferenza”, quando hanno pensato che sarei rimasto più tempo, il loro atteggiamento è un po’ cambiato

Nella tua discografia appare anche una cover acustica dei Muse, Madness, cosa ti ha spinto a sceglierla?
“Madness” è super scaricata all’estero, ed è fortemente collegata a Green Park, Madness è il mio debutto come cantante, ed a Londra mi ero trasferito per imparare bene l’inglese e fare altre cover di altre interpreti e band inglesi.
E’ nata come una sfida, durante la festa di compleanno di un mio amico, in quella sera ho conosciuto il mio primo produttore, il quale mi ha lanciato la sfida della cover dei Muse, non l’ho scelta proprio io. L’etichetta nuova è The Garage, sono entrato in contatto tre anni fa con Vanni, il nuovo produttore, abbiamo composto “Dimmi cos’è”, “D’estate” e poi “Green Park”.

Come definiresti il tuo genere musicale?
Acustico brit in lingua italiana, vado contro i canoni radiofonici italiani contemporanei

Complimenti anche per il video di Green Park…
Il video è stato fatto in doppia esposizione, video nel video. Pochissimi artisti hanno fatto un’operazione simile alla nostra

Avete fatto davvero un bel lavoro! Buona fortuna per il tuo futuro artistico, a sentirci presto per una nuova intervista!
Grazie mille e un saluto al popolo di TwitMix

© 2015, Antonella Corsetti. All rights reserved.

Comments are closed.

Menu Title